Cos’è la PNEI

La psiconeuroendocrinoimmunologia (PNEI) è la disciplina che studia le relazioni bidirezionali tra psiche e sistemi biologici. Con la Pnei si profila una nuova interpretazione della salute e della malattia che vede l’organismo umano come un’ unità strutturata e interconnessa , dove i sistemi psichici e biologici si condizionano reciprocamente.

Storia

Nell’Antichità, a Oriente e a Occidente, l’essere umano era visto intero, come anche nella Modernità, dove si cercava un approccio sistemico per la conoscenza del funzionamento dell’ essere umano. Ippocrate, noto medico greco (400 a.c.), dimostra una competenza dietetica raffinatissima: di ogni alimento fa un’ analisi precisa rispetto alle sue diverse funzioni. Non solo, egli si occupa anche del sonno del paziente, sconsigliando apertamente “la pennichella postprandiale” perchè “ingrassa”, anticipando quindi di 2400 anni gli effetti metabolici negativi del sonno diurno. Contemporaneamente a Oriente, i cinesi pongono l’attenzione al sonno e alla gestione delle passioni mediante tecniche di respiro e di meditazione.

Il paradigma riduzionista del Novecento ha cancellato questo tipo di approccio, anche con il massiccio ingresso dell’industria nelle scienze e nella pratica della cura. A partire da Pasteur vengono fatte  scoperte rilevanti sulla microbiologia e la ricerca farmacologica si orienta verso sostanze capaci di sopprimere i germi responsabili di malattie, fino alla rivoluzionaria scoperta della penicillina. Prende piede in questi anni la mente disincarnata e il compito della scienza è comprendere come funziona il programma che “gira”  nel cervello e che segue regole sue, indipendenti dall’organismo. Il paradigma riduzionista meccanicista negli anni Settanta e Ottanta, dispiegherà la sua maturità in tutti i campi.

Ma è proprio nel campo delle Neuroscienze che si mettono in crisi le basi del paradigma riduzionista, dove plasticità e neurogenesi segnano la fine del dogma centenario della fissità del tessuto nervoso: neuroni e circuiti cerebrali possono cambiare in risposta all’esperienza, a stimoli ambientali e stress. Contemporanenamente in Biologia, la ricerca si occupa di smentire il dogma centrale della Biologia Molecolare, per cui vi sarebbe supremazia dei geni sull’ espressione della vita, concentrandosi sull’ epigenetica.


La vita retroagisce sulle condizioni che l’hanno prodotta e che continuamente la rinnovano : non conta solo cosa c’è scritto nella sequenza delle basi del DNA

Si passa cioè da una visione deterministica e meccanicistica a una complessa e sistemica. Da questa visione di insieme emerge con chiarezza la portata della rivoluzione della Psiconeuroendocrinoimmunologia che è il risultato di profondi cambiamenti nel corso del Novecento, nelle scienze fondamentali: nella Fisica, nell’ Endocrinologia, nell’ Immunologia, nelle Neuroscienze e da ultimo, nella Genetica e nella Biologia Molecolare.

Stress e Infiammazione

Nel 1932 il dott. Selye, chiamato successivamente il dottor Stress, scoprì con un lavoro sperimentale poi pubblicato sulla rivista Nature, che sia un batterio sia una procedura nociva attivano l’asse dello stress. Successivamente si dimostrò che anche uno stress psicologico poteva avere lo stesso effetto: iperattivazione del sistema ipotalamo-ipofisi-surrene con produzione costante dell’ormone cortisolo, anche conosciuto come ormone dello stress.

Lo stress perpetrato nel tempo, induce infiammazione cronica per l’attivazione a cascata di ormoni a partire da un eccesso di cortisolo, generante un accumulo di alterazioni, che è fonte di una pluralità di malattie anche metaboliche, come il diabete e l’obesità.

“Ma quello che conta, non è l’eliminazione dello stress, che sarebbe come eliminare la vita, ma la sua gestione, per la quale non c’è una formula di successo uguale per tutti, anche se la strada da seguire è uguale per tutti: vivere in armonia con le leggi della natura, stabilendo il proprio personale ritmo di marcia”

Hans Selye 1936

Il Metodo Pneisystem

L’ innovativa metodologia scientifica Pneisystem, ideata dalla docente ed esperta di Pnei, nonchè medico endocrinologo, prof.ssa Maria Corgna, è il più avanzato metodo di Cura e Terapie Sistemiche Integrate mai concepito ad oggi, basato sulla PNEI.

L’analisi Pneisystem misura in modo qualitativo e quantitativo l’infiammazione cellulare silenziosa che è alla base delle malattie croniche (tra cui diabete e malattie metaboliche, obesità, sindrome del colon irritabile, morbo di chron, disbiosi, malattie autoimmuni e altre) e dell’invecchiamento.

Attraverso un’analisi meticolosa della persona, anamnestica, psicosometrica e strumentale, si può assegnare un punteggio all’infiammazione e, con l’esecuzione di una terapia completa (incentrata su i pilastri fondamentali di Psiche, Nutrizione, Esercizio, Integrazione d’eccellenza), puntare a una riduzione significativa.